think different, think in English

Imparare l’inglese, è utile?

Perché imparare l’inglese?

Il post di oggi sarà atipico. Non voglio né parlarti di grammatica né tantomeno ho voglia di affrontare il tema delle certificazioni. L’articolo di oggi verterà piuttosto su una riflessione: a cosa serve realmente l’inglese? Quali sono i suoi reali vantaggi?

Piccola parentesi necessaria. Non voglio fare un discorso markettaro, e so anche benissimo a cosa stai pensando: “Avrò letto decine di digressioni simili a questa, perché dovrei continuare la lettura?”

Perché gli anziani hanno sempre ragione

studia inglese a Catania

Sul serio, per una volta, fidati. Staccati da Facebook – hai trovato questo post sul social network di Zuckerberg, I know, ma non dirlo a nessuno – e prenditi cinque minuti per riflettere insieme a me sull’importanza della lingua inglese.

Senza dilungarmi ulteriormente:

  • Si parla ovunque
  • È possibile, in futuro, che venga utilizzata come lingua europea
  • Apre la mente a un modo differente di pensare
  • Ti apre sbocchi professionali e possibilità accademiche
  • Puoi cantare tutte le canzoni dei Beatles

A parte la possibilità di metter su una cover band del noto gruppo di Liverpool, andiamo a sviscerare ogni singolo punto testé illustrato.

L’inglese si parla ovunque

Non sarà diffuso come il cinese mandarino o lo spagnolo ma l’inglese è la lingua più parlata al mondo – prendendo in considerazione i madrelingua che parlano una lingua differente dalla propria – .

paesi dove si parla inglese

Evidenziati in rosso i paesi dove l’inglese è considerata madrelingua. Ovviamente le differenze tra l’inglese britannico e quello americano sono sostanziali e ben marcate ma non è questo l’argomento di oggi.

L’inglese come lingua europea

In Europa la lingua inglese è studiata in ogni paese.  Dalla Francia alla Germania, persino l’Italia si diletta in questa disciplina. Sebbene con scarsi risultati. Un po’ come accadeva in “Giochi senza frontiere”: Claudio Lippi (non l’allenatore di calcio) a sgolarsi e l’Italia che perdeva ogni singola gara.

Lippi a parte, si tratta di uno scenario possibile.  Considera che le lingue ufficiali dell’unione europea sono l’inglese, il francese e il tedesco. A me l’evolversi di questo triangolare pare abbastanza chiaro. L’Inghilterra che alza la coppa della lingua europea. Tu che ne dici?

Think Different… In English!

think in English

Ok, abbiamo capito che l’inglese è diffuso. Ma cosa c’entra Steve Jobs? L’inglese, così come lo studio di qualsiasi altra lingua, cambia il tuo modo di pensare. Pensa quante differenze ci sono con l’italiano a livello grammaticale e logico.

Ogni lingua ha un suo ragionamento ed è comunque legata a una personalità propria. Quando provi a parlare una lingua diversa dalla tua, assumi una mentalità logica diversa. In qualche modo pensi diversamente.

Il pensiero statico non è un vantaggio. Aprire la propria mente a nuovi input lo è senz’altro.

Inglese e Startup

inglese per startupper

Abbiamo già discusso di come sia possibile, attraverso lo IELTS e il TOEFL, lavorare e/o studiare all’estero. Oggi voglio parlarti piuttosto di come sia importante l’inglese nel mondo delle Startup.

Gli investitori vagliano ogni giorno decine di migliaia di progetti sviluppati da altrettanti team. Sì, è un fenomeno del momento e credo sia destinato a perdurare nel tempo. D’altronde se hai una buona idea ma ti mancano i soldi per progettarla, cercare fondi non è un crimine, anzi.

Questo accade purtroppo all’estero. Nonostante tutti i buoni propositi di TIM #WCAP, di Youthub e di altre realtà del Crowdfunding italiano, nel nostro bel paese i cosiddetti Business Angel sembrano avere perso le loro aureole.

FluentifyUn esempio che ha del paradossale è Fluentify. Una piattaforma online per studiare l’inglese, nata come startup dalla mente di due ragazzi italiani, sviluppata a Londra a suon di sterline. Questo perché a detta di Andrea e Giacomo, le menti dietro Fluentify: “Gli investitori temono la giustizia e la burocrazia italiana, per questo non puntano sulle nostre società. Qui abbiamo aperto la ltd con un costo di 15 sterline. E stiamo crescendo“.

Leggi anche: Start up a Londra per imparare l’inglese. “In Italia credevano fosse un gioco”

Io sto già preparando il biglietto per la Silicon Valley, prenoto anche per te?

Quindi è davvero utile imparare l’inglese?

A fronte di queste considerazioni credo che lo studio della lingua inglese sia necessario. Tu invece, cosa ne pensi? Ti vengono in mente motivazioni più convincenti per imparare l’inglese?

Scrivi nei commenti, sarò lieto di “riflettere” ancora una volta con te.

Ti è piaciuto l'articolo?

Lasciaci i tuoi dati. I prossimi articoli li riceverai comodamente nella tua mail...

Grazie! Controlla la mail per completare l'iscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi migliorare il tuo inglese?

Iscriviti alla newsletter e ricevi gli articoli del blog per parlare un inglese fluente.

Grazie! Controlla la mail per completare l'iscrizione.