false friends e homonyms

False Friends e Homonyms

La lingua inglese è semplice da imparare. Questa frase l’avrò sentita centinaia di volte. In linea di massima è vero. Abbiamo già parlato di come sia possibile imparare l’inglese sfruttando le proprie passioni e, attraverso un metodo induttivo, coniugare apprendimento e tempo libero. Tuttavia esiste una fitta rete di tranelli nei quali è facile rimanere invischiati.

Oggi ti parlerò dei “false friends“, parole inglesi che somigliano a parole italiane, ma che di fatto hanno un significato molto diverso, e degli “homonyms“, parole che si pronunciano quasi allo stesso modo e che per questo motivo sono causa frequente di strafalcioni linguistici.

Cognates e false friends

cognates e false friends

I false friends appartengono alla famiglia dei “cognates“, parole inglesi simili a parole italiane, che tuttavia non hanno sempre il significato che il nostro cervello associa ad esse. Eccoti qualche esempio dove la similitudine tra l’italiano e l’inglese sposa perfettamente il significato: honest/onesto, intelligent/intelligente, pharmacy/farmacia, ecc.

Queste parole sono semplici da tradurre e, se così fosse per tutto il vocabolario, imparare l’inglese sarebbe davvero un gioco da ragazzi. I false friends sono le eccezioni che rovinano la festa.

Immagina di essere a Londra per un colloquio lavorativo. Vuoi dare il massimo, sei preparato, hai studiato a lungo e nulla può impedirti di ottenere quel lavoro che tanto desideri. Tranne forse un piccolo sgambetto linguistico che ti causerà non poco imbarazzo: “I always try to give my 100% in everything I do, that’s the ass up my sleeve.”

Complimenti, avresti colpito chiunque con una provocazione del genere. Dire che dai sempre il 100% in quello che fai spingerebbe chiunque a testarti. Peccato per la chiusura, sostenere che questo sia il tuo “scemo nella manica”, forse non era quello che intendevi dire.

Ass“, infatti, sembrerebbe a prima vista la parola inglese per il nostro “asso“. False friends spotted! Ass significa: stupido, scemo, asino. Asso invece viene tradotto con “ace“.

Ovviamente questo non è l’unico false friends. La lingua inglese ne è piena. Eccoti una grafica che ho realizzato per te con alcuni dei più comuni false friends.

FALSE FRIENDS INGLESE

Homonyms: my Aunt is an ant!

Come accennato in incipit, gli homonyms (o homophones) rappresentano una vera e propria sfida linguistica che può causare non pochi problemi di comunicazione. Immaginali come dei ninja pronti a tenderti un’imboscata quando meno te l’aspetti. Gli homonyms sono parole che somigliano nell’aspetto e nel suono ad altre parole ma che hanno un significato diverso.

La pronuncia, non mi stancherò mai di ripeterlo, è il principale biglietto da visita. Attenzione non parlo dell’accento o dell’inflessione. Parlo della corretta pronuncia dei fonemi. Ricorda, una pronuncia errata equivale a non farti capire.

Per approfondire: 5 consigli per migliorare la pronuncia inglese

Di seguito una grafica che mostra alcuni degli homonyms più comuni.

Homonyms comuni della lingua inglese

5 frasi contenenti homonyms

Voglio lasciarti con cinque frasi che mi hanno aiutato molto nello studio della pronuncia. Non è un esercizio semplice, ti avviso, ma con il giusto approccio e uno studio attento della fonetica, riuscirai a pronunciarle “like a sir“, ne sono sicuro. 😉

  • To, Two, and Too looked to the sky and saw two planets. I saw Jupiter and Venus, too!
  • Your, You’re, and Yore, You’re going to regret bringing your puppy to Helsinki; that’s what they said in the days of yore.
  • Its and It’s, When it’s cold outside, the ninja clan sleeps in its dojo.
  • Principle and Principal, The principal of the ninja school has no principles; I hear he beats children!
  • There, Their, and They’re, That n00b over there has no web skills. Their web skills are amazing; they’re 1337!

Tu conosci altri false friends o homonyms?

Questi erano alcuni cognates e homonyms presenti all’interno dell’Oxford Dictionary. Tu ne conosci altri? Vorresti che questo diventasse un appuntamento fisso per noi amanti della linguistica? 🙂

Ti lascio un ultimo regalo: un sito dove potrai ascoltare la pronuncia di tutte le parole inglesi. Non male vero? Il miglior consiglio resta quello di esercitarti e di fare pratica.

Vieni a trovarci

Ti è piaciuto l'articolo?

Lasciaci i tuoi dati. I prossimi articoli li riceverai comodamente nella tua mail...

Grazie! Controlla la mail per completare l'iscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi migliorare il tuo inglese?

Iscriviti alla newsletter e ricevi gli articoli del blog per parlare un inglese fluente.

Grazie! Controlla la mail per completare l'iscrizione.